14  Dicembre 2021

Svelatura del monumento

a Dostoevskij

Opera del Socio Aidyn Zenialov

 

 

Il Socio del Lions Club Firenze, Aidyn Zenialov, Maestro Scultore e Accademico di Mosca e di Firenze,  ha donato alla città un Monumento, in bronzo, dedicato al grande scrittore Russo Fedor Michajlovic Dostoevskij.
La cerimonia si è svolta alle Cascine, lungo l’Arno, nel Viale a lui dedicato.  Presenti: il Sindaco di Firenze Dario Nardella, l’Addetto culturale dell’Ambasciata della Federazione Russa a Roma e il Presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani.
Lo scrittore era molto legato a Firenze e vi soggiornò due volte nel 1867. Nella nostra città concluse anche la stesura della sua opera letteraria più famosa: L’Idiota.
Era anche presente una delegazione del Lions Club Firenze, guidata dal Presidente Alessandro Cioni, che ha esposto, accanto al monumento, il labaro del Club a voler rappresentare, anche visivamente, la vicinanza  e la partecipazione a questo importante momento di vita professionale e artistica del nostro Socio.
Presente, con la moglie Anna, il Socio Renzo Marinelli, che come titolare della Galleria Frilli, ha favorito la donazione e la collocazione dell’Opera.

 

In questa foto, molto suggestiva, l’Artista, a Mosca nel suo Studio, durante il “Work in progress” della realizzazione della Statua.

 

 Qui Aidyn posa con Anna Marinelli di fronte al Monumento appena collocato.
Infine alcuni momenti della Cerimonia a cui era presente anche il pronipote di Tolstoi, Consigliere culturale del Presidente Putin.

 

Il Sindaco di Firenze, nell’occasione, ha candidato Firenze ad ospitare un incontro tra diversi paesi, sui temi della cultura che, da sempre, uniscono i Popoli e superano tutte le barriere  e le contrapposizioni politiche.

 

Il Presidente Eugenio Giani, nel ringraziare l’Autore, ha ricordato i profondi legami tra  Firenze, la Toscana e il Popolo e gli Intellettuali Russi che hanno sempre eletto la nostra Regione a dimora sin dall’800.

 

La cerimonia si è conclusa con il saluto e il ringraziamento dell’Autore alle Autorità e al numeroso pubblico intervenuto.