23 Settembre 2017

 
 

Villa Viviani

 
 

Apertura dell’Anno Sociale

 

 

 

Apertura dell’Anno Sociale molto originale. Il Presidente Luigi Paganelli e Simonetta, hanno voluto precedere il tradizionale meeting con una visita alla città a bordo del pullman a due piani della City Sightseeing

 

 

A Villa Viviani, dopo un aperitivo in giardino, sfruttando il clima settembrino, si è svolto il tradizionale meeting ove il Presidente Luigi Paganelli, dopo aver salutato gli ospiti e i Soci presenti ha illustrato brevemente il Fil Rouge della sua annata che sarà dedicata a Firenze.

 

 

Presenti il Vice Governatore Daniele Greco; il Presidente della I Circoscrizione, Filippo Ciampolini e il Delegato di Zona Daniele Baragli, accompagnato da sua moglie, Annamaria Iacobacci, Officers Distrettuale della Fondazione LCIF.

 

 

Dopo la Cena è intervenuto il Presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani, Socio del Club, che ha intrattenuto l’uditorio sul tema della “mobilità a Firenze e nella città metropolitana“.

Questo tema è di grande attualità, anche alla luce della costruzione delle nuove linee di Tramvia. Purtroppo, a sua avviso, esse non risolveranno il problema del traffico automobilistico che necessita di una serie di interventi mirati negli snodi esterni alla cerchia dei viali che attualmente bloccano la circolazione nelle ore di punta. Importante naturalmente sarà anche la costruzione della nuova pista parallela dell’Aeroporto Vespucci che ne permetterà il definitivo sviluppo a vantaggio di tutta l’Area Metropolitana.

Al Termine della serata il Presidente Paganelli ha consegnato al Presidente Giani una foto ricordo della serata già incorniciata.

 

Questo sarà il ricordo che il Club lascerà ai Relatori che saranno ospiti delle nostre serate, grazie al lavoro del Socio Paolo Castagnoli che provvederà, in tempo reale, a scattare la foto ricordo e stamparla.

 

L’anno si è quindi aperto sotto i migliori auspici, in un clima di coesione e amicizia tra i Soci che fa ben sperare. Simpatico è stato quindi il brindisi di augurio che ci siamo tutti scambiati.