11 Luglio 2017

 
 

 
 

Assemblea del Lions Club Firenze

 

 

 

Quest’anno l’attività del Club è iniziata prima dell’estate. Il Presidente Luigi Paganelli ha voluto convocare, a Villa Viviani, un’Assemblea, riservata ai Soci, per fare a tutti un augurio di buone vacanze.

La serata è stata anche l’occasione per illustrare i programmi del Club che saranno dedicati alla città di Firenze, alle sue problematiche ed ai personaggi che ne portano nel mondo il nome.

In particolare, alla memoria del Socio Roberto Speciale, scomparso improvvisamente, sarà istituito un Premio che affiancherà quelli dedicati alla Musica e Teatro e a Valentino Giannotti. Il “Premio Roberto Speciale” sarà dedicato ad un personaggio che opera nel campo dell’artigianato fiorentino. La stesura dello Statuto è stata affidata ad una commissione di Soci guidati da Giampiero Cassi.

 

 

Il Socio Roberto Lallo ha illustrato, all’Assemblea, lo stato della compagine Sociale e la decisione , presa dal Consiglio nello scorso mese di Marzo, di aprire le porte del Club alle giovani ragazze Leo. Il Consiglio ha in particolare stabilito una serie di incentivi economici per i primi anni della loro adesione in modo da favorirne l’ingresso.

Non dobbiamo però nasconderci, ha proseguito Roberto Lallo, che la modifica della nostra Società, rende maturi i tempi affinché sia modificata la scelta, pur legittima, di essere un Club esclusivamente maschile. E’ giunta l’ora, se vogliamo che il Lions Club Firenze rimanga un’eccellenza nel panorama Lionistico, si apra al contributo di Socie di qualità che possano arricchirne la vita e le attività. Poiché però questa scelta cambia radicalmente l’orientamento precedente, i soci sono chiamati ad esprimere il loro parere.

Si apre una discussione, al termine della quale gli intervenuti, con diverse sfumature, approvano questo nuovo orientamento che naturalmente dovrà essere verificato sul campo e in concreto dal Comitato Soci. Il Lions Club Firenze, infatti, vaglia comunque e con particolare attenzione i nuovi Soci, verificandone in particolare le qualità umane indispensabili a ben inserirsi nel tessuto sociale e dare fattivamente il loro contributo alle iniziative del Lions Club International.

 

 

Al termine della bella serata c’è stata la Cerimonia di passaggio delle chiavi della nostra Sede dal Past Presidente Carlo Quinterio al Presidente Luigi Paganelli